SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Finita l'era del copia-incolla

L'era del copia-incolla, almeno in questo mandato amministrativo, è decisamente sprofondata nelle sabbie mobili. La considerevole consistenza delle motivazioni stilate dal giudice paliesco, dimostra la volontà di creare una vera, ed anche nuova, giurisprudenza paliesca, a cui si collegherà, per questi cinque anni di mandato, l'attività sanzionatoria.

Gli atti sono stati scritti con quella cura necessaria che parte dall'inizio, cioè dagli atti ufficiali, e si conclude con le sanzioni di primo grado da parte del giudice paliesco. Il percorso è tratteggiato in modo regolare, e questo sta a significare che i "dieci" avranno l'occasione di controbattere punto su punto l'architettura deliberativa del giudice paliesco, sfruttando in pieno la possibilità di attingere a fonti diverse, così come offre il Regolamento all'art. 98 comma 3 (per le Contrade) e all'art. 99 comma 3 (per i fantini), una facoltà negata per Regolamento allo stesso giudice paliesco.

Manca, come avevamo già evidenziato ieri, qualsiasi riferimento ai filmati ufficiali per cui sono venute meno le risultanze delle fasi della mossa e dell'immediato post-corsa; ma la carenza non è sembrata influire nelle valutazioni del giudice paliesco, in considerazione del fatto che, con molta cura, lo stesso ha estrapolato i passaggi che, come afferma, lo hanno messo nelle "condizioni di formulare le proposte di sanzione".

Ci sono poi altri elementi che meritano la segnalazione, in parte già evidenziate ieri, come l'inedita interpretazione dell'art. 64 applicato alle Contrade; oppure il riferimento alla scrupolosa osservanza degli accordi perché, come evidenziato, "questo nuovo rituale, che viene, di volta in volta,  a far parte integrante del Regolamento del Palio, ne impone la rigida osservanza". La questione foindamentale di come l'attuale amministrazione vuole disciplinare i "fronteggiamenti" è stata già analizzata, e lo sarà ancora in futuro specialmente in relazione a come si svilupperà la situazione di agosto.

L'applicazione delle sanzioni, per finire, sono motivate come è regola di ogni atto amministrativo. Quindi si tratta di normalissima prassi amministrativa, che, dai tempi di izyno in poi, non era mai stata applicata. Dopotutto il copia-incolla si basa su teorie che nulla hanno a che vedere con il concetto "motivazione", dal verbo motivare.

7 agosto 2018