SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Siena deve sfruttare per la sua Festa i contatti con il potere centrale. Ora o mai più

Da quello che si è letto negli annunci ufficiali provenienti da Palazzo, "Demossituttoattaccato" ha fatto il pieno. Ospiti di una rilevanza strategica per il futuro della Festa; ospiti che Siena, attraverso la sua massima espressione amministrativa, deve riuscire ad incanalare nella giusta dimensione per se stessa e, soprattutto, per la sua Festa.

Ci sono, oltre ad una serie impressionante di onorevoli e senatori, ben due Ministri che possono costituire il fulcro di un'importante azione e tesa a rendere esclusiva l'appartenenza con l'unicità di Siena e del suo Palio. Qui non si tratta, certamente, di ripercorrere i passi delle autorità locali di metà anni '30 che si recarono a Roma per chiedere al Capo del Governo, Mussolini, l'esclusiva del termine "Palio" alla festa senese. Del resto quel fantomatico assenso, con un cenno del capo, venne strumentalizzato come un volere supremo del Duce ma, in realtà, questa sarà una delle numerose patacche che circondano la storia del Palio.

Siamo fermamente convinti che Siena debba trovare la sua unicità nelle opportune sedi che si pronunciano sempre "In nome del Popolo italiano", siano esse giudiziarie che amministrative. E' su questa direzione che occorrerà lavorare, in quanto nello Stato italiano nessuno dovrà mai chiudere un occhio su ciò che Siena è e rappresenta.

La chiave di un eventuale successo sta nel riuscire a far capire che, da sola, Siena si è con i secoli sempre distinta nel sapersi adeguare ad ogni misura che la società amministrativa richiedeva nel succedersi delle forme politiche che hanno caratterizzato il percorso statale del Paese.

Esprimere in maniera chiara e ben delineata che a Siena, prima di ogni atteggiamento frutto di cicli mestruali, come quelli di Sedilo o Torino, sapeva proibire in largo anticipo l'uso delle bevande in vetro, potrebbe costituire un biglietto da visita di concreta importanza.

Coccolarsi lunedì i due Ministri aprirebbe le strade a quei ricorsi nelle opportune sedi che nessuno, per mancanza di determinazione, ha voluto mai intraprendere. Il coccolamento serve anche per capire e contare gli amici, i nuovi amici di Siena e della sua Festa.

30 giugno 2018