SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Come possono le Contrade recuperare il terreno gestito dai fantini?

Trenta, quarant'anni fa la situazione nel rapporto Contrade-fantini era la stessa identica a quella di oggi. E' vero che nella geografia comunicativa il rapporto è profondamente variato, ma quello di sudditanza psicologica delle Contrade è rimasto inalterato. Le Contrade, in pratica, non hanno mai cessato la loro funzione inutile nei confronti dei fantini che, alternandosi i giubbetti, hanno sempre avuto in mano il "pallino del gioco".

Rifiutare queste realtà è un modo di concepire il distacco tra due distinte esistenze: una che fa finta di governare il Palio, l'altra che, al contrario, governa il Palio. Le scelte delle Contrade, infatti, appaiono, da oltre 30-40 anni, soggette al volere interpersonale che i fantini mettono nella pratica e nella contrattazione. Decisamente non ci si rende conto, ancora, dell'inutilità esistente nei rapporti, tutti condizionati da due precisi passaggi: l'arrivo dell'equide e la volontà vera di effettuare i distinguo. Insomma, le Contrade sempre più inserite nella magica suddivisione della cartina paliesca, voluta e decisa dagli stessi fantini.

Il roboante ingresso di Bartoletti nella futura scena paliesca non sembra in grado di scombussolare i piani strategici degli altri due, che continueranno a sapersi districare nell'operato strategico della divisione e sub-divisione. Alla fine anche Bartoletti dovrà rassegnarsi nel tessere le fila con quel che resta ... di Contrade.

Non è facile ribaltare il senso di marcia sul tufo; ma è opportuno tentare di effettuare manovre che consentano alle 17 di angolare maggiormente i punti di osservazione. Ad esempio, i viaggi delle carovane verso Vagliano non hanno più senso di esistere. Capitanbruschelli è una garanzia tra i canapi, per cui sia Mari che Atzeni ne faciliteranno l'accoppiata. Ciò che una parte, pur ristretta, delle 17 dovrà cercare di mettere in pratica, in questo autunno-inverno, riguarda la consapevolezza di cambiare la filosofia paliesca anticipando l'assegnazione dei cavalli e non impostando l'intera stagione solo attendendo proprio l'assegnazione.

24 giugno 2016