SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Un tappo in Palazzo messo dalla mascotte

Un individuo come la mascotte, arroccato al suo narcisismo, non ha la consapevolezza di cosa significhi uscire a testa alta da vicende amministrativo-giudiziarie in quanto, non possedendo un briciolo di correttezza nei confronti dell'elettorato, ritiene che non esista alcuna differenza tra leggere un fumetto di Topolino con uno di Diabolik. Anzi, ne inverte contenuti ed attori.

Mancando di serietà amministrativa, caratteristica propria dei narcisisti che si auto-ritengono perfetti e baciati da Dio, la mascotte resta ancorata nel suo perpetuo isolamento ion Palazzo; non rendendosi conto della sua consumata inefficacia. Alla mascotte basta fare la mascotte, esaltandosi nel sentirsi riempire del nulla la propria bocca; analizzando vicende di cui non ha la minima consapevolezza della loro natura; esaltandosi nel masticare parole senza alcun richiamo. Per lui l'importante è restare in Palazzo, dove ha posto un tappo per evitare di uscire a qualsiasi prezzo.

La massoneria, che come è stato scritto sulle pagine de Il Santo, sta attendendo solo il 2017 per piazzare le sue fondamentali pedine, sia a Roma che a Siena, è una componente decisiva per le sorti amministrative della mascotte, che sempre esulta poiché non riesce a comprendere in quale stato comatoso si identifichi. La mascotte, infatti, pur di restare a Palazzo è pronto a subire qualsiasi tipo di "trattamento sociale"; insomma altri dispongono il da farsi, mentre lui gongola solo perché gli viene permesso di continuare a chiacchierare del nulla, divertendosi a chiacchierare del nulla.

Carolinaaaaaaa sta diligentemente preparando l'intervento con il quale verrà respinta la mozione di sfiducia dell'11 febbraio; la mascotte ha messo il tappo dall'uscita di Palazzo in modo da evitare qualsiasi ... fuga di gas umano. Che bello pensare a Carolinaaaaaaaa che pensa, addirittura, di possedere la verità in mano senza riuscire a capire che le manovre della massoneria in Procura hanno consentito alla mascotte di arrivare indisturbato al 2013 e presentarsi alle primarie del PD.

Il tappo messo in Palazzo dalla mascotte non è, però, ermetico e fino all'11 febbraio potremo proprio divertirci, confidando che quel tappo cambi decisamente direzione.

27 gennaio 2016