SUNTO

 Sunto non si compra ... si legge gratis - Dal 1976 l'informazione paliesca senza un briciolo di pubblicità -  contatti

1976-2016 = . Così, semplicemente       

 

 

Sempre più abominevoli le dichiarazioni di 930

Il quotidiano: bollettino dei folkloristici massoni senesi; l'anno: 2015; il giorno: 27; il mese: febbraio. Le parole: «Preferisco non parlare di dedica, perché la dedica è sempre alla Madonna dell'Assunta ma di riferimento allegorico». Le aberranti, sempre più aberranti, dichiarazioni virgolette, quindi uscite -si presume- dalla bocca di 930, costituiscono l'ennesimo selvaggio attacco di Palazzo alla Festa che, non a caso, è sprofondata nello sfascio organizzativo più completo.

Che 930 non abbia conoscenza di un Regolamento, quello del Palio, che dovrebbe costituire il pane quotidiano per il massimo organizzatore della Festa, non fa più notizia; ma che si continui a leggere abominevoli dichiarazioni che riguardano il Regolamento del Palio non è, e non sarà, accettabile. 930 parla di una dedica alla madonna dell'Assunta, non sapendo che non esiste alcuna Madonna con queste etichettatura. Il 16 agosto, in modo completamente falso e tipicamente folkloristico, viene "solennizzato" con l'Assunzione di Maria Vergine in Cielo (art. 1 del Regolamento del Palio, quello di Siena). Questo vuole dire che, seppur contro ogni secolare disposizione, il 16 agosto viene celebrata l'Assunzione della Vergine, non certo della Madonna Assunta. Che a Siena si faccia come ci pare, viene documentato proprio da questa solennizzazione, in quanto l'Assunzione della Vergine non è giunta il 16 bensì il 15 agosto.

Comunque, le carenze storiche e paliesche di 930 non si fermano qui. Il riferimento allegorico, di cui parla 930, è nella sostanza (art. 93, comma 3) una vera e semplice dedica; per cui non si riesce a comprendere questa distinzione fatta da 930, che annaspa nelle giornate per passare alla storia.

I problemi dell'organizzazione paliesca non sono certo queste uscite di genuino folklore da parte di 930; le Contrade, e con loro i 17 capitanini, stanno per essere abbandonati poiché in Palazzo manca la conoscenza per capire cosa rappresenti, in realtà, per la città di Siena quel termine "Palio", che al di là delle mura viene scimmiottato selvaggiamente.

3 marzo 2015