La Questura di Siena ha gli strumenti per bloccare la violenza nel Palio

La violenza nel Palio, quel tipo di violenza del tutti contro uno, può essere debellata solo ed esclusivamente dalla Questura di Siena. Non ci sono espulsioni, allontanamenti, radiazioni che tengano; c'è solo quel meccanismo proprio degli organi di Pubblica sicurezza che, pur trovando radici nei periodi totalitaristici, appare l'unica soluzione per arginare la problematica e non creare eroi. Oggi quel Daspo che si applica alle competizioni calcistiche, può essere rivolto ad una manifestazione come il Palio prendendo ad esempio ciò che qualche anno fa la Questura di Milano pose in essere, con tanto di sentenza favorevole da parte del TAR Lombardia. Insomma la Questura di Siena non può limitarsi solo a fare la voce grossa, ma deve soprattutto salvaguardare l'ordine pubblico in Piazza del Campo tenendo alto il profilo dell'osservazione con provvedimenti che emulino quelli presi dai colleghi di Milano. Eventuali delucidazioni in merito possono essere richiesti alla capitale lombarda, o alla nostra redazione. Così, semplicemente.

11 luglio 2013